Umidificazione, Deumidificazione
e Raffrescamento Evaporativo

Le malattie sono trasmesse da vari microrganismi patogeni - in particolare virus, batteri e funghi. I batteri possono riprodursi. I virus, come il virus dell'influenza in continua evoluzione che causa la vera influenza, necessitano di un ospite per la riproduzione e durante tale processo distruggono le cellule dell'ospite.

Le malattie sono trasmesse da vari microrganismi patogeni - in particolare virus, batteri e funghi. I batteri possono riprodursi. I virus, come il virus dell'influenza in continua evoluzione che causa la vera influenza, necessitano di un ospite per la riproduzione e durante tale processo distruggono le cellule dell'ospite. Le cellule di difesa del corpo del sistema immunitario devono estirpare le cellule che sono state attaccate dai virus. Ad esempio, batteri come la salmonella o la legionella possono causare malattie attraverso i loro prodotti metabolici. Il lavaggio delle mani e la regolare ventilazione riducono le possibilità di trasmissione da parte dei microrganismi. Per proteggere gli altri, la tosse deve essere eseguita igienicamente nell'incavo del braccio.

Nel nostro clima, la maggior parte dei batteri viene trasmessa attraverso l'aria o attraverso il contatto fisico diretto. Qui un'umidità relativa equilibrata riduce notevolmente il numero di germi. Secondo il prof. em. Dr.-Ing. habil. U. Marmai (Iselt et al) la "gamma ottimale di umidità relativa si trova tra il 40 e il 60% alle normali temperature dell'aria ambiente".

Molti studi (Harper, Noti, Lowen et al.) confermano che l'aumento dell'umidità riduce considerevolmente l'attività dei virus influenzali. Ad esempio gli scienziati americani dell'Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro (NIOSH) hanno mostrato in uno studio sperimentale (Noti) che anche un'umidità relativa superiore al 40% riduce significativamente il potenziale di infezione dei virus. I ricercatori hanno studiato il percorso di trasmissione attraverso l'aria dei locali interni durante i mesi invernali e il potenziale di contaminazione dei virus con diversi livelli di umidità relativa dell'aria. Con una bassa umidità dell'aria fino al 23 percento, è risultato contagioso per circa tre quarti più a lungo di un'ora, mentre a circa il 43 percento di umidità il livello era inferiore a un quarto con una tendenza decrescente.

Fonti:

Lowen, Mubareka, Steel, Palese: “Influenza virus transmission is dependent on relative humidity and temperature” ["La trasmissione del virus dell'influenza dipende dall'umidità relativa e dalla temperatura"], 2007

Iselt, Arndt, Wilcke: “Grundlagen der Luftbefeuchtung” [Fondamenti di umidificazione dell'aria], VDE Verlag, 2005

Green: Studio sul campo “Einfluss der relativen Luftfeuchte auf die Erkrankungshäufigkeit von Schülern” [L'influenza dell'umidità relativa dell'aria sulla frequenza delle malattie tra gli scolari], 1985

Uhlenhaut: “Tenazität von Viren — Stabilität und Erhalt der Infektiosität von Viren” [Tenacia dei virus - Stabilità e mantenimento dell'infettività da virus]. In:

Biologische Sicherheit in Deutschland [Sicurezza biologica in Germania], atti del convegno, 2007

RKI Robert Koch Institute, Bundesamt für Bevölkerungsschutz [Ufficio federale della protezione civile]: “Biologische Gefahren I — Handbuch zum Bevölkerungsschutz” [Pericoli biologici I - Manuale per la protezione della popolazione], 2007

Contattaci

Argomenti rilevanti: