Perché l'umidificazione è importante nell'industria del vino?



Il controllo dell'umidità relativa (UR) nelle cantine è un elemento indispensabile per riuscire a produrre regolarmente vino di alta qualità.

Scaricate ora la nosta brochure !

caverne del vino

Riduce le perdite inutili dovute all'evaporazione

In linea generale si può affermare che tra un solido che contiene al suo interno una certa quantità di acqua allo stato liquido (barili) e l'aria che lo circonda, c'è un passaggio costante di umidità dal solido all'aria; ancor di più in questo caso perché è il legno che, per la sua composizione igroscopica, cede gradualmente l'umidità estratta dai liquidi che contiene attraverso le sue pareti.

Per questo motivo, è essenziale raggiungere un equilibrio di umidità, in modo che non avvengano trasferimenti di vapore acqueo. Poiché la temperatura non dovrebbe essere elevata, Condair consiglia l'uso di un sistema di umidificazione adiabatica.

Controlla efficacemente il contenuto di etanolo del vino

Quando l'umidità relativa dell'aria è inferiore al 70% di umidità relativa, l'acqua evapora in quantità maggiore dell'etanolo, producendo un aumento della sua percentuale nel vino.
Per le cantine con umidità costante nell'aria del 70% di umidità relativa, la percentuale di aria ed etanolo che evapora è simile, garantendo che i livelli finali di etanolo non sfuggano al controllo.

Drastica diminuzione del volume di vino per il riempimento delle botti

Pertanto, compensando l'umidità presente nell'aria e nelle botti, si evita l'evaporazione del contenuto delle botti di vino e si limita la necessità di compensare il volume perso con un ulteriore riempimento.

Mantiene l'umidità e la tenuta all'aria del tappo di sughero

Quando il vino è già imbottigliato è importante mantenere l'umidità tra il 70 e l'80%, questo evita che il tappo si secchi e si rompa durante la stappatura e il vino non venga a contatto con l'aria all'interno della bottiglia chiusa.

Altra applicazioni Condair: