Umidificazione, Deumidificazione
e Raffrescamento Evaporativo

Raffreddamento adiabatico nel condotto dell'aria o direttamente nel locale

Per ottenere il raffreddamento adiabatico è possibile utilizzare diverse tecniche di umidificazione. Queste possono essere realizzate umidificando l'aria direttamente nel locale oppure in un condotto dell'aria. Il raffreddamento diretto nel locale è spesso utilizzato in ambienti di produzione e porta ad un notevole risparmio energetico. La maggior parte di noi avrà familiarità con questa tecnologia di refrigerazione dei supermercati, visibile anche nel video.

Il raffreddamento adiabatico può avvenire anche attraverso l'umidificazione dell'aria in un condotto. Ci sono tre tecniche di base per il raffreddamento adiabatico nel condotto:

Il raffreddamento adiabatico è un fenomeno ben noto nei supermercati ed è ampiamente utilizzato anche nelle aree di produzione.

Raffreddamento adiabatico diretto

L'apporto di aria fresca viene inumidito, causando un abbassamento della temperatura e un aumento dell'umidità. Questa aria condizionata viene immessa direttamente nell'ambiente, mentre un'alta percentuale dell'aria presente nell'ambiente viene estratta invece di rimetterla in circolo, per mantenere un basso livello di umidità nell'ambiente.
La potenza di raffreddamento raggiungibile dipende dal grado di umidità del flusso d'aria immesso. L'aria con minore umidità assorbe più umidità, creando un maggiore effetto rinfrescante.

Il raffreddamento adiabatico diretto in un'unità di trattamento dell'aria aumenta l'umidità e abbassa la temperatura.

Raffreddamento adiabatico indiretto

Questa strategia utilizza l'aria esterna per raffreddare un ambiente interno senza mescolare i flussi d'aria interna ed esterna. L'aria fresca esterna viene condotta attraverso l'unità di recupero del calore (HRS) dell'unità di trattamento dell'aria e poi scaricata all'esterno mentre l'aria di ritorno dal locale passa attraverso l'unità HRS prima di essere reintrodotta nel locale. Quando la temperatura del flusso d'aria esterna è inferiore alla temperatura del flusso d'aria interna, l'energia termica di raffreddamento viene trasferita al fine di raffreddare l'ambiente.

La temperatura del flusso d'aria esterna viene abbassata mediante l'umidificazione prima dell'unità HRS, in modo da aumentare la capacità di raffreddamento dell'impianto. Ciò consente di applicare una strategia di raffreddamento indiretto anche quando la temperatura esterna è superiore alla temperatura ambiente desiderata. Se il flusso dell'aria esterna ha una velocità superiore al flusso dell'aria interna, la capacità di raffreddamento dell'impianto viene ulteriormente aumentata.

Il raffreddamento adiabatico indiretto abbassa la temperatura senza mescolare i flussi d'aria interna ed esterna e senza aggiungere umidità all'aria interna.

Raffreddamento adiabatico dell'aria in uscita

L'aria estratta dall'ambiente viene raffreddata dall'umidificatore prima di passare attraverso uno scambiatore di calore e poi scaricata all'esterno. L'energia termica di raffreddamento fornita dall'umidificatore viene così trasferita allo scambiatore di calore e da questo al flusso dell'aria in ingresso, che viene così raffreddata per ridurre il carico di lavoro dell'impianto di climatizzazione.

Poiché l'aria di scarico umidificata e l'aria fresca fornita non vengono miscelate, non viene aggiunta umidità e il raffreddamento ha luogo senza influire sull'umidità dell'aria immessa all'interno.

Il raffreddamento dell'aria di in uscita abbassa la temperatura dell'aria fresca immessa dall'esterno senza aggiungere umidità.

 

 

Ulteriori informazioni sul raffreddamento adiabatico: